Landscape Stories Workshop

DOLOMITES I Workshop with Domingo Milella

.

Photography workshop with DOMINGO MILELLA

DOLOMITES

Borca di Cadore (BL) I 4, 5, 6 settembre 2015

.

IL PROGETTO  

Le giornate del Workshop saranno dedicate all’osservazione fotografica del territorio delle Dolomiti, delle sue forme e delle sue storie. Ci saranno numerose occasioni per potersi confrontare sull’identità e sul significato culturale del paesaggio montano e sulla relazione esistente tra quest’ultimo e gli aspetti fisici, estetici e percettivi dell’ambiente.

Molto spazio sarà riservato a esempi visivi contemporanei e del passato, a differenti interpretazioni fotografiche e alla costruzione complessa di un racconto per immagini (la fase preparatoria, la documentazione e lo studio del concetto, la scelta del punto di vista e dell’inquadratura, considerazioni sul processo, il tempo e il metodo…).

Una parte importante occuperà la camminata come strumento critico per la conoscenza di luoghi, persone e culture. Il camminare come atto conoscitivo da cui si sono sviluppate le più importanti relazioni tra l’uomo e il territorio. L’erranza come azione di trasformazione simbolica dello spazio antropico. La mappa dei luoghi e delle cose e la geografia emozionale dei percorsi come strumenti preferenziali per leggere, decifrare e memorizzare il territorio dolomitico.

.

DOCENTE

Domingo Milella è nato a Bari e vive tra questa città e Londra. Il suo lavoro è influenzato dalla sua educazione a Bari e dai suoi ripetuti viaggi attraverso il mondo antico e quello contemporaneo. Dopo essersi trasferito a New York, ha studiato fotografia alla School of Visual Arts sotto la guida di Stephen Shore. Ha lavorato con Massimo Vitali e successivamente Thomas Struth è stato per lui un mentore influente.

I suoi progetti sono stati esposti in numerose gallerie ed esposizioni internazionali come: FOAM, Amsterdam (2008), Les Recontres d’Arles (2011), Biennale di Venezia (2011), Tracy Williams, Ltd. (New York), Galleria Brancolini Grimaldi (Roma, Londra) e al momento partecipante in mostra alla Margulies Collection, Warehouse, Miami e a “Common Ground: Earth, Water, Air”, Borusan Contemporary Museum, Istanbul. Domingo Milella è rappresentato dalla Galleria Grimaldi Gavin a Londra e da Tracy Williams a New York.

Domingo Milella I Current Exhibitions | Grimaldi Gavin

La monografia “Domingo Milella” con la postfazione del critico e curatore di fotografia Francesco Zanot, è stata pubblicata dall’editore Steidl nella primavera del 2015.

Domingo Milella I Steidl Verlag

.

LOCATION 

Il luogo d’elezione per questo workshop è la località montana di Borca di Cadore, a pochi passi da Cortina d’Ampezzo (13 km), all’interno del Villaggio Corte delle Dolomiti, che sorge tra il Monte Antelao e la mole maestosa del Monte Pelmo, a circa 1000-1200 metri d’altezza. La zona di Borca di Cadore è un’area dalla natura spettacolare, meno conosciuta rispetto ai monti della vicina “Perla delle Dolomiti”, ma altrettanto, se non più, stupefacente in termini paesaggistici e sulle quali ci piacerebbe compiere un’indagine fotografica continua ed approfondita.

Il comprensorio delle Dolomiti è divenuto dal 2009 Patrimonio Culturale Unesco. Il Villaggio turistico di Corte prese forma negli anni ’50-’60 per volere di Enrico Mattei, carismatico e vulcanico presidente dell’ENI. Destinato a luogo di villeggiatura per i dipendenti dell’azienda, si configurò al tempo come un progetto precursore della sensibilità ambientalista emersa in maniera più evidente negli anni ‘80 ed espressione di una concezione architettonica innovativa in grado di annullare “ogni legame tra estetica e distinzione sociale”. Progettato dall’architetto istriano Edoardo Gellner in collaborazione con Carlo Scarpa, subì un forte decadimento in seguito all’uccisione di Enrico Mattei e venne poi rilanciato e riqualificato pochi anni orsono da un imprenditore italiano, con la precisa volontà di mantenere e salvaguardare il progetto originario.

Il workshop si svolgerà nella sala congressi dell’Hotel Boite, che fa parte del progetto di cui sopra. L’Hotel Boite è un luogo carico di fascino e storia, mantiene intatta buona parte dell’assetto originario di Gellner ed è ubicato nel paesaggio dolomitico più puro. www.cortedelledolomitiresort.it/vacanze-a-cortina-d-ampezzo

.

INFORMAZIONI

Il workshop è a numero chiuso e sarà attivato con minimo 10 e massimo 20 partecipanti. DOMANDA DI AMMISSIONE: prego inviare max 10 immagini in bassa risoluzione, in un pdf, oppure visionabili online (sito web, facebook, instagram, flickr, ecc.) all’indirizzo landscape.stories.workshop@gmail.com   Per motivi organizzativi invitiamo gli interessati a presentare con anticipo la domanda di ammissione.

CONTATTI

Per ricevere il programma dettagliato del workshop e maggiori info (anche sulle convenzioni col villaggio) contattare Giorgia Sarra +39 347 978 0123  landscape.stories.workshop@gmail.com

_______________________________________________________

PROJECT

Day’s workshop will be dedicated to the photographic observation of the Dolomiti territory, of its forms and histories. There will be many opportunities to confront oneself on the identity and the cultural meaning of the mountain landscape and on the existing relation between the latter and the physical, aesthetic and perceptive looks of the environment.

A great space will be reserved to visual examples contemporaneous and of the past, to different photographic interpretations and to the complex construction of a story through pictures (the preparatory phase, the documentation and the study of the idea, the choice of the view-point and of the shot, considerations on the process, the time and the method…).

An important part will be occupied by the walk as critical instrument for the knowledge of places, people and cultures. The walk as cognitive act from which have grown the most important relations between man and territory. The wandering as action of symbolic transformation of the anthropic space. The map of places and things and the emotional geography of the routes as preferential instruments to read, decipher and memorize the dolomitic territory.

TEACHER

Domingo Milella was born in 1981 in Bari, Italy and lives between there and London. His work is informed by his upbringing in Bari and his extensive travels through both the ancient and the new world. Milella graduated in Photography from the School of Visual Arts, New York in 2005, where he was taught by Stephen Shore.

Since graduation Milella has worked with Massimo Vitali and Thomas Struth has been an influential mentor. His work has been exhibited in numerous galleries and international exhibitions including FOAM, Amsterdam (2008), Les Recontres d’Arles (2011), Biennale di Venezia (2011), Tracy Williams, Ltd. (New York), Galleria Brancolini Grimaldi (Roma, Londra) and is currently on display as part of the Margulies Collection at the Warehouse, Miami and in the exhibition ‘Common Ground: Earth, Water, Air’ at Borusan Contemporary Museum in Istanbul.

Domingo Milella I Current Exhibitions | Grimaldi Gavin

The monograph, Domingo Milella, featuring an afterword by photography critic and curator, Francesco Zanot, is published by Steidl in spring 2015.

Domingo Milella I Steidl Verlag

.

LOCATION

The place of our choice for this workshop is Borca di Cadore, a few steps from Cortina d’Ampezzo (13km), in the Village Corte delle Dolomiti, which rises between the Monte Antelao and the Majestic proportion of the Monte Pelmo, at about 1000-1200 metres in height. The region of Borca di Cadore is a mountain landscape with spectacular nature, less known are the mountains of the neighbouring “Perla delle Doloniti”, but as much, also more, amazing as landscapes and on which we should like to accomplish a photographic research deepens.

The territory of the Dolomiti became in 2009 Unesco cultural heritage. The touristic Village of Corte took shape in the fifties-sixties of Enrico Mattei will, charismatic and volcanic president of ENI. Destined to an solida resort for the staff of the firm, it assumed a shape at the same time as a project precursor of the environmentalist sensibility emerged in a more evident manner in the eighties and as expression of architectural conception innovative able to annul “every link between aesthetics and social distinction”.

Projected by the istrian architect Edoardo Gellner in collaboration with Carlo Scarpa, it suffered a strong decline further to the murder of Enrico Mattei and was again few years ago by an italian entrepeneur, with the precise will to maintain and safeguard the original project. The workshop will be held in the conference-hall of the Hotel Boite, which is part of the project as above. The Hotel Boite is a place covered with charm and history, maintains untouched great amout of Gellner’s original project and is situated in the most pure dolomitic landscape.

www.cortedelledolomitiresort.it/vacanze-a-cortina-d-ampezzo

INFO

The workshop has a limited number and will be activated with a minimum of 10 and up to a maximum of 20 participants.

APPLICATION FORM: Please send up a maximum of 10 pictures sent in a folder in low resolution, in a pdf, or visible online (website, facebook, istagram, flickr…). Applications must be received at landscape.stories.workshop@gmail.com

CONTACT

For info and program: Giorgia Sarra +39 347 978 0123 landscape.stories.workshop@gmail.com

www.landscapestories.net

dolomites-workshop-domingo-milella

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Basic HTML is allowed. Your email address will not be published.

Subscribe to this comment feed via RSS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: